di Come misurare e prendere decisioni strategiche su dati reali e non su ipotesi
5 (100%) 2 votes

Quante volte giochiamo d’azzardo senza verificare numeri e e senza confrontarci con la realtà che ti circonda? Quante volte hai preso delle decisioni senza misurare i tuoi risultati precedenti? Quante volte hai pensato “dovrà funzionare per forza”?. Esistono molti imprenditori e manager dotati di ottimo istinto e che spesso non sbagliano un colpo, ma sono devoti alla “fortuna” e al “destino” che aimè è incontrollabile e indomabile. La vera strategia per guadagnare più soldi è stabilire obiettivi realizzabili, misurabili, sostenibili.

roi-marketing-metriche-risultati

Lascia perdere la fortuna e confrontati con la tua e i tuoi precedenti, poi controlla i numeri, le flessioni, i momenti di . Per ottenere questa condizione crea una tua tabella, un semplice quaderno o un tecnologico excel, e annota le , i , i cambiamenti, gli , i clienti serviti, il fatturato, l’incassato. Questo ti aiuterà a tracciare una strada precisa e a progettare la tua strategia vincente.

Le aziende investono spesso, ingenti somme su iniziative di , perché capiscono che il proprio business può essere efficace solo se i potenziali clienti sono a conoscenza dei prodotti e dei servizi che essi offrono. Poiché infatti vi è un così tanto così tanto grande investimento di e denaro per queste campagne di marketing, l’inefficienza di questi sforzi può generare non pochi rischi per la vita stessa dell’azienda.Per rispondere a tale esigenza sono stati creati degli standard per giudicare l’ delle strategie di marketing, le di Marketing.

Le Metriche di Marketing sono misurazioni mediante il quale le aziende giudicano l’ dei loro sforzi di marketing fatti. Queste metriche variano a seconda delle dimensioni e tipo di campagna di marketing avviata e gli obiettivi preposti dall’azienda per la specifica campagna. Dal punto di vista finanziario ci si concentra sul ritorno degli investimenti fatti, confrontando i costi generati dalla suddetta attività, per il volume d’affari che ne generano. Ma non bisogna trascurare l’attenzione sul ritorno d’immagine e sul dell’azienda, ovvero osservando in termini di volume numerico, quanti nuovi clienti sono stati “attratti”, e quanti vecchi clienti sono stati mantenuti ().

Il (Return On Investment) in marketing rimane la metrica per eccellenza, perché la prima cosa che viene chiesta al marketing è di misurare il ritorno del suo investimento. Misura e valuta come sono andate le cose ex post. E’ una metrica di marketing, legata ad attività specifiche. Analizzare le sole metriche derivanti da attività specifiche: come campagne pubblicitarie, campagne di inbound marketing ci dà una visione parziale che non tiene conto dei costi di reparto. Chi giornalmente si occupa di Marketing lavora, instancabilmente, anche su altri che consentono di fare analisi delle attività di marketing online e offline. Ecco altre metriche di Marketing importanti e da :

  • Costo di Acquisizione del Cliente
  • L’incidenza % del Marketing sul costo di Acquisizione del Cliente
  • Il Rapporto tra il Valore di un Cliente in rapporto al suo Costo di Acquisizione
  • Il di Rientro del costo di acquisizione del cliente
  • La Percentuale (%) di Clienti Generati dal Marketing
  • La Percentuale (%) di Clienti Influenzati dal Marketing  

monitoraggio-risultato-metriche-aziendali-dati-grafici-statisticheLa maggior parte del lavoro di marketing giornaliero è operativo e si basa sul monitoraggio di specifici. Concentrando la tua analisi anche su metriche più complesse, puoi aiutare a capire l’impatto che le attività di marketing hanno sull’utile e tenere in considerazione indicatori che influiscono sullo stato di salute sulla della tua azienda.I numeri sono sempre tanti da gestire e analizzare, dalle metriche di online marketing ai report di venduto del di vendita fino alle per prodotto. E’ necessario per capire cosa funziona e cosa non funziona delle campagne di marketing e che tipo di nuove azioni è necessario avviare in base agli attuali risultati ottenuti.

Aumentando l’investimento in attività online, aumenta anche il tempo che il reparto marketing dedica al monitoraggio delle metriche del web: il traffico sul sito internet, i tassi di conversione, l’analisi dell’engagement sulle piattaforme di social networking, per non parlare poi di indicatori più semplici quali il numero di fan e , che vanno comunque tenuti sotto controllo.

In questo mare magnum di metriche è sempre più faticoso per il marketing trovare dei rilevanti, condivisibili e semplici da capire, anche per altri reparti che utilizzano metriche diverse, come quelle di vendita, legate principalmente al fatturato. Spesso si pensa che il marketing contribuisca solo in modo marginale alle vendite, si parla di concetti astratti e poco misurabili come la visibilità o la notorietà del brand. Questo indicatore può invece portare piacevoli sorprese perché ci si può rendere conto che l’incidenza del marketing sull’acquisizione complessiva del cliente è spesso superiore rispetto alle aspettative. Ovviamente è molto più facile tenere traccia di come è stato generato il lead (il potenziale cliente), se dal marketing o dalle vendite, quando si ha un sistema avanzato di che può seguire tutto il ciclo di vita del cliente.

Rosario Salanitri

Rosario Salanitri

Business Strategist & Problem Solver
Consulente e coach d’impresa, specializzato in consulenza strategica, management, problem solving, recruiting e marketing.Da 13 anni affianca titolari d’impresa, manager e si occupa di formazione per gli imprenditori e i loro dipendenti e di trovare talenti da assumere per le aziende clienti. Project Manager del Google Business Group Catania e autore del format YouTube #MINKAZZOTOUR - Tutte le verità sul business
Rosario Salanitri